sabato 23 aprile 2016

Il tango a Parigi nel 1912 secondo Georges Goursat
La moda nel tango con Elena Cappelli

1° parte: la moda nel tango vista da una stilista -
2° parte: le prime serate di tango a Parigi raccontate da un cronista del 1912: Georges Goursat in arte SEM, penna raffinata e graffiante caricaturista satirico della Belle Epoque








"Tutto è buio, soltanto alcune finestre del pian terreno, illuminate fievolmente, lasciano trasparire attraverso le persiane delle ombre slanciate, ondeggianti al ritmo di una musica assillante, che turba la pace borghese dei piani superiori.
Ai primi richiami di questa melodia, l’andatura di queste donne cambia all’improvviso, il loro passo diventa scorrevole ed ondeggiante.
Travolte dalla cadenza imperiosa come sotto l’impulso di un suggerimento irresistibile, si dirigono verso l’appartamento misterioso, si dondolano, frementi d’impazienza, finchè sulla porta semiaperta, senza curarsi di togliere le loro pellicce, le loro borse ancora chiuse incollate alle loro mani nervose, si abbandonano alle prime braccia che le accolgono, che le aspettano con impazienza."

Nella prima parte di questa trasmissione la nostra ospite Elena Cappelli, creatrice della firma di abiti da tango Elena T, ha commentato con Marina DJ l'evoluzione in questi ultimi anni dell'abbigliamento nel tango e delle mode in milonga.

Nella seconda parte della trasmissione siamo entrati in una milonga di Parigi dell'anno 1912 attraverso gli occhi di un cronista dell'epoca, Georges Goursat in arte SEM, che ha descritto molto dettagliatamente con uno stile meraviglioso, intrigante, brillante ed ironico, che cos'era il tango a Parigi nella Belle Epoque.
La nostra ospite Marina Zanotti, esperta di lingua e cultura francese, ha letto alcuni estratti di questo articolo collocando questi racconti nel loro contesto storico e di costume sociale dell'epoca.

Gli estratti di Georges Goursat ed i contenuti inerenti il tango a Parigi nella Belle Epoque sono stati pubblicati in un articolo sulla rivista TangoYGotan di FAITango.

Nessun commento:

Posta un commento